e-training-header-page

Come gestire fiscalmente i guadagni da affiliate marketing

Tassazione dell'Affiliate Marketing

L'attività di affiliate marketing ha delle caratteristiche affini sia all'attività di procacciamento di affari degli agenti (legata alle provvigioni), sia anche all'attività commerciale legata ai servizi pubblicitari.

Di seguito riportiamo alcune informazioni per i nostri Affiliati dal punto di vista fiscale con l'intento di fornirgli una guida utile per non incorrere in problematiche fiscali derivanti dall'attività svolta con E-Training.

Ricordiamo che la percentuale di commissione che viene riconosciuta all'Affiliato è pari al 25% su ogni iscritto ai webinar, corsi e programmi studio sul valore pubblicato. Tale percentuale è comprensiva di oneri fiscali a seconda della tipologia di gestione scelta dall'Affiliato.

Gestione Fiscale dei guadagni derivanti dall'Affiliate Marketing

L'apertura di una Partita IVA è un adempimento obbligatorio quando si eserciti in forma abituale un'attività economica. Attività che in questo caso è realizzata tramite una campagna di affiliazione.

L'Agenzia delle Entrate considera quasta attività abituale (tranne rare eccezioni). Questo perchè le campagne di affiliazione hanno generalmente una durata costante nel tempo.

Per questo motivo l'Agenzia delle Entrate richiede necessariamente l'apertura di una Partita IVA per dichiarare i guadagni derivanti da programmi di affiliazione commerciale.

Tuttavia, per coloro che sono all'inizio della loro attività (nel primo anno di attività commerciale) e se l'importo dei guadagni ottenuti è veramente esiguo (poche centinaia di euro l'anno), è possibile optare, almeno nel primo anno, per le prestazioni di lavoro autonomo occasionale.

Per dichiarare questi guadagni sarà sufficiente predisporre una ricevuta per l'attività di lavoro autonomo occasionale da rilasciare all'azienda che ha erogato il compenso.

La ricevuta servirà poi per dichiarare questi guadagni nel quadro RL del modello Redditi PF. Modello che contiene la categoria reddituale dei "redditi diversi".

Apertura della Partita IVA per l'Affiliate Marketing

L'obbligo di operare con una Partita IVA si rende necessario quando:

  • i guadagni ottenuti iniziano ad essere di entità rilevante;
  • l'attività è già iniziata da qualche tempo (sei al secondo anno).

In tutti i casi in cui l'attività diventa abituale e continuativa nel tempo diventa obbligatoria la Partita IVA.

Con la Partita IVA i guadagni derivanti dall'Affiliate Marketing devono essere dichiarati all'Erario tramite l'emissione di fattura.

Attraverso l'emissione di fattura andrai a certificare il compenso percepito sul tuo conto corrente per l'attività.

Vi rilasciamo il modello di fattura a Partita IVA con regime normale.

Regime forfettario nell'Affiliate Marketing

Si tratta di un Regime Fiscale Semplificato, regime naturale per le Partite IVA individuali. Il regime prevede un fatturato massimo di € 65.000,00.

Il reddito è determinato con un coefficiente di redditività del 40%. Questo significa che ogni € 100,00 incassate ne tassi soltanto € 40,00.

Per maggiori informazioni sui regimi e l'apertura di Partita IVA vi consigliamo di consultare il vostro commercialista.

Di seguito trovate il modello di fattura per Partita IVA con Regime Forfettario.